Pubblichiamo l’appello sottoscritto dagli scout, dalle guide e dai volontari nel mondo Focsiv hanno indirizzato al Parlamento europeo un appello affinché si elabori una nuova politica verso i migranti, in particolare verso i minori, a partire dalla revisione del Regolamento di Dublino.

Le migrazioni rappresentano una questione calda nella politica e nelle società europee.
Spesso sono fonte di confronti aspri e di tensione sociali, ma in una Europa sempre più
vecchia e chiusa su sé stessa, possono rappresentare un contributo umano significativo
per lo sviluppo del continente.
Il tema delle migrazioni si collega anche alle azioni che i paesi europei svolgono verso i
Paesi coinvolti in conflitti bellici o verso i Paesi più poveri, in particolare del continente
Africano. Per questo vogliamo ricordare la grande opera di centinaia di migliaia di
volontari che sono impegnati in azioni di cooperazione allo sviluppo tese a sostenere il
diritto a rimanere e a vivere con dignità nella propria terra, e a offrire opportunità di
emancipazione per tutti, azioni da sostenere e incentivare perché collegate ai flussi
migratori.
Ci rendiamo conto che per una migrazione regolata e sicura che abbia come obiettivo
finale il bene comune, sono determinanti le scelte politiche, per cui rivolgiamo
al Parlamento Europeo il seguente Appello:
1. addivenire al più presto alla riforma del regolamento di Dublino, e alla creazione di
un sistema di asilo europeo condiviso e solidale tra tutti i paesi membri;
2. riconsiderare i migration compact o “Patto sulla Migrazione” per condividere la
solidarietà verso queste persone, evitando di creare zone cuscinetto ove contenere i
migranti, vere forme di nuovo apartheid;
3. sostenere con più vigore i programmi della società civile e le iniziative di integrazione,
in tutta Europa;
4. agire con migliori operazioni transnazionali per bloccare i trafficanti di essere umani;
5. prevedere migliori canali regolari per le diverse forme di migrazione, da quelle per
motivi di lavoro a quelle per ricongiungimenti familiari
6. moltiplicare le attenzioni per i diritti dei minori non accompagnati valorizzando il
ruolo della famiglia, non solo in Europa, ma anche nei paesi di transito e con i paesi
di origine;
7. investire sui giovani per promuovere l’interculturale, l’inclusione sociale ed
economica,
8. Tutelare i diritti delle minoranze migranti contro forme di xenofobia e razzismo;
I Movimenti Nazionali Adulti Scout e Guide di tutta Europa membri dell’ISGF, e la
FOCSIV, sottoscrittori del presente appello, sono a disposizione nei rispettivi Paesi per
collaborare con le istituzioni e con le diverse realtà territoriali per rendere questo
difficile momento storico un tempo utile per la crescita civile ed umana di ogni
comunità. In particolare:
 sostenere l’accoglienza e l’integrazione dei minori (in particolare di quelli non
accompagnati) e degli adulti rifugiati
 sviluppare le attività a favore dell’Intercultura, dell’educazione alla cittadinanza
globale e alla non-violenza
 accompagnare l’integrazione dei giovani studenti migranti nel mondo dell’istruzione
e del lavoro
 sostenere la cooperazione con le comunità di origine dei migranti, per facilitare i
percorsi educativi e formativi e nonchè l’accesso al lavoro, la cura dell’ambiente e
delle comunità locali.