La Pandemia da Coronavirus ha già generato decine di migliaia di morti ufficialmente riconosciuti in moltissime nazioni. La speranza di tutte le  popolazioni  è di poter avere a disposizione un vaccino efficace e sicuro che protegga dagli effetti del Covid-19.

Lo sviluppo di un vaccino efficace contro un virus sconosciuto e potenzialmente letale per MILIONI  di persone è una sfida scientifica, tecnologica e produttiva difficilissima. Uno straordinario sforzo di ricerca  vede accomunati scienziati di tutti i paesi per mettere in comune tutte quelle conoscenze necessarie a sviluppare in tempi ragionevolmente rapidi le modalità più sicure per sviluppare un vaccino efficace .

Le più importanti e accreditate aziende del settore tecnologico e farmaceutico, spesso in cordate collaborative, stanno cercando le tecnologie più idonee per sviluppare un vaccino sicuro, efficace e disponibile in miliardi di dosi: una corsa contro il tempo e con una sinergia di intenti ammirevole!

Sviluppare e produrre tali quantità di vaccino necessita di investimenti  miliardari: in una logica esclusivamente economica e commerciale, aggravata da crescenti rischi protezionistici di difesa di interessi nazionali che già si è drammaticamente manifestata all’inizio della pandemia, fatalmente porterà a costi di commercializzazione del vaccino elevatissimi.

Nelle nazioni senza copertura sanitaria universale moltissime persone non avranno la possibilità di accedere  al vaccino per mancanza di risorse: molte nazioni, specie le più povere, non saranno  in grado nemmeno di poter procurare le dosi di vaccino necessarie per la propria popolazione.

La salute è un diritto di tutte le persone, prima di essere un bene commerciale.

E’ necessaria una immediata azione politica unitaria di tutte le forze politiche, a livello  nazionale, europeo e internazionale finalizzata a definire subito, in questa fase di sviluppo dei vaccini, condizioni univoche e universali che regoleranno i prezzi di produzione del vaccino, al fine di renderlo disponibile per tutti.

Chiediamo che i tutti gli esponenti politici si mobilitino e sottoscrivano un appello da tramutare in una iniziativa parlamentare affinché venga definita a livello europeo una “licenza obbligatoria”  (compulsory license) che fissi fin da subito le regole per rendere disponibile a condizioni eque e sostenibili per  tutti gli stati europei i brevetti per la produzione del vaccino: di fronte ad un evento  pandemico si devono superare i vincoli brevettuali e commerciali vigenti.

Chiediamo che il governo italiano

  • Si impegni a organizzare fin da subito, in sinergia con le regioni, una precisa strategia vaccinale sull’intera popolazione italiana, evitando competizioni o sperequazioni tra le regioni e che non dimentichi immigrati o irregolari: # ci si salva tutti assieme
  • Promuova una iniziativa normativa europea che definisca i termini di una “licenza obbligatoria” europea perché la salute è un bene di tutti e deve diventare oggetto di una comune strategia sanitaria europea: # life, health and welness for all european people
  • Solleciti l’Europa e promuovere nelle sedi istituzionali internazionali una iniziativa in grado di tutelare i paesi poveri di tutto il mondo mettendoli in condizioni di produrre o acquistare a condizioni economiche sostenibili le quantità di vaccino necessarie: # nessuno deve essere dimenticato

Massimo Molteni