Il nostro amico Alberto Berger ci ha ricordato una interessante ed inedita iniziativa nata in Alto Adige nel 2007: la creazione di un francobollo, poi stampato dalle Poste austriache in una tiratura limitata finita per essere inserita nel Bolaffi. E’ un rimando ad Athesis,  il nome latino del fiume più lungo dopo il Po, grazie ai suoi 410 chilometri, che in italiano chiamiamo Adige ed Etsch in tedesco. Il riconoscimento, insomma, dell’esistenza di una radice comune i cui sbocchi sono vicinanza e collaborazione. Per conoscere meglio Athesis CLICCA QUI 

Un atto simbolico: il francobollo di Athesis, stampato  dalla tipografia delle Poste austriache, in edizione limitata.

Un atto simbolico, un francobollo per affrancare una busta, contenente il presente documento, busta spedita dall’Austria, attraverso le poste di questo paese. Austria e non Österreich, per non indurre al dubbio di una nostalgia di una connessione tra la terra dell’Inn e quella dell’Adige, ma ugualmente vicinanza e collaborazione, se, come in questo caso, è possibile lanciare un messaggio significativo.

Cento francobolli in cento buste numerate, spedite ai Consiglieri Provinciali della Provincia di Bolzano, ai Consiglieri Comunali, agli uomini politici di spicco, agli uomini della stampa, a qualche amico. Cento buste con un messaggio, cento buste da conservare.

Il messaggio è chiaro, dall’ 11 giugno 1992, il Governo federale austriaco ha rilasciato all’ONU la cosiddetta quietanza liberatoria altoatesina. Con ciò si dovevano essere fondate le basi per una nuova epoca storica.

A questa epoca guardiamo con particolare interesse ed attenzione ed intendiamo offrire un simbolico, ma anche concreto riferimento per un senso di appartenenza ed una costruzione comune:

“La terra lungo l’Adige e tra i monti” – “Das Land an der Etsch und im Gebirge”

è la precisa denominazione storica ricca di significati e di gloriosi avvenimenti, che precede quella di “Tirol” e della quale ci serviamo per dire che in Alto Adige v’è legittimamente posto anche per i “non Tirolesi”.

Con Athesis intendiamo “riesumare” una definizione della nostra Heimat, che i “Südtiroler” hanno sepolto per far prevalere quello di una patria Tirolese a cavallo della Alpi, con capitale Innbruck. con “nostalgia” verso un’unità “pantirolese” come il “Land Tirol” – regione dello stato austriaco, da cui il trattato di Versailes li ha dolorosamente strappati.

Abbiamo titolo di affermare la nostra legittima presenza in questa terra, ( non come fascisti o Gastarbeiter, o come usurpatori e negatori della legittimità del patriottismo Hoferiano ) solo se ci riferiamo alla indiscussa ed indiscutibile esistenza di un “Land-an-der-Etsch-und-im-Gebirge” – “la terra lungo l’Adige e tra i monti” – “Athesis”, prima della nascita del Tirolo.

Alberto Berger – laboratorio Athesis