E’ una domanda che ci dobbiamo veramente porre. E porla ad alcuni amici che hanno contribuito ad eleggere Roberto Gualtieri alla guida del Campidoglio: ma Roma ce l’ha il Sindaco? Poi, ci sarebbe da aggiungerne altre. Come quella che se ce l’ha, e in effetti ce l’ha, di cosa si sta occupando? Probabilmente delle liste da presentare anche a Roma nel giro di pochi giorni. Intanto, la questione rifiuti continua ad esserci come testimoniano queste foto fresche fresche.

Qui siamo all’angolo del palazzo della Camera dei deputati, di fronte all’ingresso dell’edificio che ospita i gruppi parlamentari, come del resto testimonia la presenza dei Carabinieri.

Nei giorni scorsi abbiamo colto altre testimonianze simili, sempre in zone in cui si trovano i “sacri palazzi” del potere i cui frequentatori, persi come sono nel solito giochetto delle competenze, non possono che fare lo slalom sull’immondizia lasciata impunemente in ogni angolo. In questo diventando finalmente come tutti i comuni cittadini.

Recentemente abbiamo pubblicato quel che è possibile fotografare quotidianamente a Vigna Clara

16 luglio

18 luglio

27 luglio. la discarica si allarga

Intanto, il Tevere è sempre “più stretto” avrebbe detto Giovanni Spadolini. E la cosa non può che fare piacere a chi non vuole più lotte di religione. Ma c’è da far notare a quelli eletti nel Consiglio Comunale di Roma Capitale e che si dicono cattolici, e che dovrebbero ben ricordare la lezione del cardinal Poletti sui “mali di Roma”, che l’affermazione non è dovuta a qualcosa di significanza politica, ma all’incuria. Il fiume di Roma sta diventando più stretto per le aree paludose che si stanno progressivamente allargando sotto le banchine. Continuando così dovranno persino interrompere quel poco di navigazione, o di canottaggio che vi si pratica.