Domenica 8 agosto si commemora il 62° anniversario della morte di don Luigi Sturzo (1871-1959).

Giunge alla X edizione il premio “Fratelli Sturzo” (Difensori di onestà) e, per la prima volta, vede tra
i premiati un sacerdote dei monti Nebrodi: don Salvatore Danzì, il quale è un accanito difensore di don
Luigi Sturzo.

La kermesse socio-letteraria voluta per ricordare l’opera e il pensiero del grande statista siciliano e del
fratello vescovo è organizzata, per l’associazione culturale “L’elefantino”, dal professore Angelo
Consolo, con la gentile collaborazione di Piero Airaghi. La premiazione si terrà dopo la s. Messa delle
ore 10:30, in presenza di un ridotto numeroso di fedeli, nella splendida “sala congressi” del Villaggio
Turistico “Calanovellamare” in Piraino (ME). È un riconoscimento per i 60 anni di sacerdozio di don
Danzì, attivo nel territorio di Piraino e Gioiosa marea, A consegnare il riconoscimento sarà chi ha
istituito il premio, Angelo Consolo.

Seguirà la premiazione alla dott.ssa Enza Mola, presidente dell’Ass. Pro Loco di Sinagra (ME), grande
animatrice e moderatrice di mille eventi culturali nel territorio nebroideo. A premiarla sarà il lombardo
Piero Airaghi. A dare un tocco in più alla manifestazione Angelo Consolo darà sia a premiati che ai
fedeli il volume, a cura di Giovanni Palladino, “Luigi Sturzo: servire non servirsi”, dell’editore
Rubbettino.