Troppa Nutella. Sonno pesante. Uno scenario surreale  agita il sonno di Matteo Salvini. Un incubo si aggira sui mercati mondiali. La parola d’ordine è partita: basta con la Nutella. Per la salute? No. Per l’uso dell’olio di Palma? No. Per il “ sovranismo”.

Si  sa, per il sovranismo si fa di tutto. Persino, si straparla senza riflettere su che cavolo si dica. L’importante è sovranisteggiare. Sempre, a tutti i costi.

Il Salvini aveva cominciato, da sveglio, quello stesso pomeriggio  a prendersela con le noccioline turche. Non vanno bene in un prodotto italiano. Sennò, una delle cioccolate spalmabili più famose al mondo non è “ sovranista”.

Poi, nell’agitato delirio notturno salviniano, Putin comincia a vietare la vendita di Nutella perché non è roba russa. Erdogan, incavolato, la bandisce  perché Salvini ha offeso  le noccioline turche. Trump, prende la palla al balzo e carica a testa bassa un pericolosissimo prodotto straniero al grido: gli americani mangiano solo la crema di noccioline.

Salvini vede, via via,  tutti i capi di circa 200 paesi riconosciuti dall’Onu che gli ammiccano e mostrano il cartello con su scritto: sovranista. Fanno l’occhiolino a Salvini mentre firmano il bando della cioccolata spalmabile.

Subito dopo, però, una folla inferocita assale la sede leghista di Alba. Sono i dipendenti della Ferrero. Il capo della Lega si agita e suda. Suda e si agita. La Nutella  si trasforma in una miriade di facce ed oggetti. Appare persino sotto le sembianze di 49 milioni di euro scomparsi.  Salvini è terrorizzato ed è un lago di sudore.

Matteo si sveglia. E’ fradicio. Ancora terrorizzato, si accerta che il sudaticcio che si sente addosso non sia Nutella. Non sa raccapezzarsi. Non ha una felpa a portata di mano.

Per rassicurarsi, scende dal letto e corre in cucina a prendere un po’ di quella tanto criticata cioccolata fatta con noccioline turche. Si precipita alla finestra ed urla a squarciagola: “ Adoro la Nutella. Addolcisco la giornata con la Nutella”. Tende l’orecchio per essere sicuro che il suo grido finisca sui social….

L’assonnata fidanzata Verdini lo segue mezza assonnata e gli fa: “ Lo vedi che a suon di dire bischerate poi ti vengono gl’incubi?”.