Anche le ultime rilevazioni dell’Ocse confermano che l’Italia è al di sotto della media europea per quanto riguarda il personale infermieristico. L’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico nel suo ultimo rapporto sulla sanità, “Health at Glance 2022″ dell’Ocse (CLICCA QUI), sostiene che molto poco è cambiato nel nostro paese dopo l’esperienza degli anni di pandemia e che il rapporto tra il numero di infermieri e la popolazione è rimasto lo stesso, attorno al 6,3% rispetto alla media europea di 8. Il numero di infermieri pro capite è più alto  in Finlandia, Irlanda e Germania

Particolarmente preoccupante è poi il rapporto infermieri medici. Se in Lussemburgo e Finlandia siamo a quota quattro, la media europea si aggira intorno a 2,2 infermieri per ogni medico, ma in Italia la media è più bassa con un rapporto di 1.6 infermieri per medico. 

Secondo i dati Ocse gli infermieri italiani ricevono mediamente uno stipendio annuale che si aggira attorno ai 28.400 euro a fronte di una media UE di 35.300.