Gli ultimi dati ufficiali resi noti dal Viminale smentiscono clamorosamente la propaganda leghista e quella del Presidente della Regione Sicilia, Nello Musumeci. La percentuale dei contagiati tra i migranti sbarcati in Sicilia è solo del 3,9%. Dunque più bassa rispetto a quella registrata nel Lazio a causa degli italiani rientrati dalle vacanze passate in Sardegna.

Sin da subito il Coronavirus è diventato uno dei temi della polemica politica e tanti svarioni sono stati commessi da una parte e dall’altra lasciando ancora di più gli italiani preoccupati per la qualità che la loro classe politica riesce ad esprimere pure in situazioni di estrema emergenza.

Noi abbiamo bisogno di vedere i nostri politici e i responsabili della guida delle istituzioni operare e dichiarare sulla base della conoscenza e della piena consapevolezza dei problemi che ci riguardano tutti. Abbiamo, dunque, bisogno di verità e non di polemiche senza fine che nessuno capisce bene da cosa siano razionalmente giustificate.

Resta tutto intatto il problema del’immigrazione a proposito del quale l’Italia, con l’intera Europa, dimostra l’assenza di preveggenza, organizzazione e visione strategica. Carenze che accomunano l’attuale maggioranza, così come l’opposizione che del resto questo fenomeno non ha saputo per tempo affrontare quando aveva la responsabilità di governo.

E’ più comodo, allora, buttarla in caciara, Purtroppo, non ci si rende conto che questo discreditarsi reciproco da parte dei politici porta all’inevitabile discredito di tutti loro. Le conseguenze le finiranno per pagare tutti loro e, con loro, gli italiani.